Mixato e masterizzato da Marti Jane Robertson, con la presenza di Ellade Bandini e Francesco D’Auria (drum), Massimo Moriconi (bass & c/bass), Max Tagliata e Nadio Marenco (accordion), Marco Brioschi (trumpet & flugelhorn) e altri grandissimi musici che ringrazio di cuore.

In funzione di queste illustri presenze è nata l’idea di rendere disponibile l’album anche in versione esclusivamente strumentale, mentre la Deluxe edition, raccoglie entrambe le versioni. Ascolta dal 29 maggio su Spotify.

Un viaggio esclusivo, dalle sonorità molteplici; una ventina di musicisti coinvolti, per portare a compimento il disegno acustico celato nell’anima e nella penna poliedrica di Agostino Celti: dalla Bossanova all’Indie folk; dal Jazz Swing al Latin Tango e ancora il pop, il country pop e molto di più.
Un album godibilissimo, registrato al Daystudio di Alessandria e al Sonic Factory di Tortona, include il featuring con Marta Ferradini, “Hai dormito qui”.

L’edizione fisica del cd, sarà disponibile dopo l’estate.

Oggi al Sonic Factory Studio ho avuto il piacere di conoscere un grande musicista che ha suonato in quattro dei miei pezzi, sotto la regia di Egidio Perduca e di Gianni Stellavato.

Le collaborazioni di Luciano sono infinite, sia nel mondo della classica che nella musica leggera, basta dare un’occhiata al suo percorso. Ho l’onore di aggiungermi alla lista di altri grandi artisti.

Fabrizio Bernasconi (qui allo Steinway del Sonic Factory Studio): un’altra preziosa collaborazione che si aggiunge al mio progetto.

Fabrizio Bernasconi al piano Steinway

Fabrizio ha creato il giusto arrangiamento per l’ultima canzone del mio lavoro. Ottimo mix di piano e voce, sotto l’attenta regia di Egidio Perduca.